Home Evidenza Homepage Riparte la Giovane Offagna SBA: ecco le novità tra quote, Juniores e figure tecniche
Evidenza Homepage - 28 Agosto 2020

Riparte la Giovane Offagna SBA: ecco le novità tra quote, Juniores e figure tecniche

Condividi su:
Il presidente Alessandro Andreoli

OFFAGNA – Si è svolta mercoledì sera allo stadio Vianello di Offagna, secondo il protocollo di sicurezza anti-Covid, la presentazione della Giovane Offagna San Biagio Anconitana versione 2021/21. Il leit motive che ha guidato il discorso del presidente Alessandro Andreoli è stato “Alleniamo persone valorizzando tutti”. All’assemblea, utile a presentare tutto lo staff tecnico biancorossoblù, ha presenziato un centinaio di persone tra dirigenti, tecnici e genitori per la maggior parte tutti soci di questa giovane realtà sportiva.
L’incontro oltre ad una prima parte istituzionale che ha visto tra l’altro l’approvazione all’unanimità del bilancio 2019, è stata anche l’occasione per presentare l’organizzazione della nuova stagione, lo staff tecnico, il calendario delle attività per tutti i gruppi nonché le novità in casa dalla Giovane Offagna Sba.

“Puntiamo su tre elementi per cercare di differenziare la nostra proposta -ha ricordato Andreoli-, ovvero creare un ambiente inclusivo e non competitivo, dare massima attenzione al tema sicurezza, migliorare la qualità dell’offerta a 360 gradi attraverso la collaborazione con allenatori preparati e certificati che sappiano essere educatori, e poi l’inserimento di figure professionali nuove”. Quest’anno ad esempio è stata introdotta la figura del coordinatore motorio e rieducatore posturale. Anche grazie a queste innovazioni, la società ha avanzato proposte personalizzate di training come il kick off delle scorse settimane, confermando soprattutto un rapporto allenatore bambini sempre adeguato.

“Non abbiamo a che fare con dei polli da batteria ma con bambini che vanno seguiti e valorizzati nel modo corretto. Il nostro obiettivo è valorizzare e aiutare tutti a crescere; non a vincere!”. Lo ribadisce con forza il presidente per tracciare la rotta di un progetto dai forti valori sociali

Il sindaco Capitani

Grande attenzione alla questione della sicurezza: “Nonostante le incertezze -evidenzia Andreoli- vogliamo aprire, vogliamo iniziare. Chi si fa prendere dalla paura dice chiudiamo. Ma qui c’è bisogno di responsabilità e di avere il coraggio di fare quello che la legge giustamente ci chiede a tutela di tutti. In questi mesi noi del direttivo abbiamo studiato, approfondito, letto i protocolli per essere pronti a recepirli totalmente sin da subito”.
Non a caso durante l’incontro al Vianello sono state illustrate le principali linee del regolamento adottato dal direttivo per la gestione di questo periodo di convivenza con il Covid: ingressi differenziati e contingentati, controlli scrupolosi all’ingresso, attenzioni durante l’attività, sanificazione prima e dopo l’attività, regole ferree in caso di accertamento di casi positivi.

Fabio Sturani

Quanto alle quote, la società continua ad essere attenta alle esigenze delle famiglie mantenendole assolutamente economiche: 250 euro, che per i vecchi tesserati si riducono a 200, uno sconto previsto per recuperare quanto versato la stagione scorsa interrotta anticipatamente. Ma ulteriori sconti ci sono per secondi figli e per chi porta un amico.

A conclusione dell’incontro sono intervenuti il sindaco di Offagna Ezio Capitani che ha ringraziato la società per il grande lavoro e servizio svolto in questi anni non solo dal lato sportivo ma anche sociale e nella gestione dello stadio comunale. Fabio Sturani, già delegato Coni, ha ricordato “l’importanza dello Sport come veicolo di promozione umana e di valori” elogiando l’attività della Giovane Offagna che ha dato “esempio di incarnare profondamente questa visione”.

A sinistra Cecati, con Sandro Veroli componente del direttivo della Giovane

All’assemblea era presente anche una delegzione dell’Asd San Biagio, come Sandro Veroli e Gabriele Piersimoni, i due nominati dalla società osimana nel direttivo della Giovane. E poi Gianni Cecati, presidente del San Biagio, che ha salutato con orgoglio e soddisfazione la sinergia tra la società che milita in Prima categoria e la Giovane Offagna, che di fatto rappresenta il principale bacino da cui attingere giovani per la ritrovata squadra Juniores e di conseguenza per la prima squadra. Per il primo anno, i ragazzi usciti dagli Allievi della scorsa stagione trovano sbocco naturale nella Juniores del San Biagio, che svolgerà attività al Vianello proseguendo il percorso di collaborazione tra i due sodalizi.

E infine parole di sostegno e attenzione sono giunte da Matteo Bartoloni responsabile del settore giovanile dell’Us Anconitana, che due anni fa ha scelto la Giovane Offagna San Biagio come prima realtà del territorio per avviare un progetto di collaborazione finalizzato alla valorizzazione dei talenti.

La votazione del bilancio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi Anche

Ecco lo staff tecnico per la stagione 2020/2021 tra San Biagio e Vianello

Condividi su: OFFAGNA – Allievi e Giovanissimi hanno già rimesso i piedi in campo. Per tut…