Home Evidenza Homepage Finalmente l’Offagna gioisce tra le mura amiche
Evidenza Homepage - 10 Novembre 2021

Finalmente l’Offagna gioisce tra le mura amiche

Condividi su:

A distanza di una settimana, la Giovane Offagna è di nuovo impegnata innanzi al pubblico amico per riscattare la bruciante e immeritata sconfitta casalinga maturata con l’Atletico Ancona 1983.

Questa volta. dopo una prestazione tutto cuore e grinta, la squadra di mister Chicco Vignoni riesce a vincere e gioire insieme al suo pubblico che, anche per questa partita, è accorso numerosissimo ad incitare e incoraggiare per tutta la partita i ragazzi.

L’avversario è l’Atletico 2008 di Filottrano, squadra di esperienza, ben organizzata, che fa dell’agonismo la sua arma migliore.

L’inizio della partita è di marca filottranese che alla prima occasione passa in vantaggio su calcio piazzato grazie a una deviazione sotto misura di Coppola lasciato colpevolmente solo al centro dell’area.

Il gioco riprende con diversi falli, la partita è spezzettata e piena di interruzioni; il pubblico capisce il momento delicato e non fa mancare il suo incitamento, a volte colorito ma sempre civile, fino a quando Manuali con una magica serpentina entra in area Filottranese e viene atterrato: rigore sacrosanto. Dal dischetto realizza Scansani spiazzando il portiere ospite; un pari tutto sommato meritato dai rossoblù, che lanciano timidi segnali di risveglio.

Si va al riposo sul risultato di parità di 1 a 1, ma con la consapevolezza che l’inerzia della partita sia cambiata.

Nel secondo tempo, infatti, in campo ci sono solo i nostri ragazzi a farla da padrone; il fraseggio è ben orchestrato, ma le conclusioni sono sempre o troppo deboli o imprecise. Dalla panchina entrano Garganese, Possanzini e Fileni al posto degli stremati Pincini, Blasi e Pierotti. I cambi danno una scossa decisiva che porta alla rete del vantaggio di Manuali, il quale, lanciato a rete, si trova a tu per tu con il portiere beffandolo con un preciso diagonale.

L’Atletico va in crisi e pensa solo a contrastare i nostri con entrate al limite della provocazione. Nel frattempo entra Bussolotti al posto di Sturari ed i ragazzi sono bravi a restare calmi e a tessere trame di gioco a volte anche piacevoli. In un paio di occasioni vanno vicino alla terza rete, la più clamorosa è il calcio di rigore, giustamente concesso per atterramento dell’imprendibile Cappella, solo davanti al portiere.

Si incarica del tiro ancora Scansani, ma stavolta il portiere non si fa sorprendere e con un bel intervento devia la palla.

Anche i 5 minuti di recupero passano e al triplice fischio dell’arbitro esplode la gioia sia in campo che sugli spalti… con i giocatori che finalmente riescono a festeggiare sotto la tribuna una vittoria meritata, voluta e combattuta al termine di una gara dove hanno dimostrato una grande tenacia ed una forza di volontà che fanno sperare per il meglio anche in vista del prossimo impegno di venerdì a Torrette contro la corazzata GLS DORICA.

“Il campo di Torrette rievoca a tutti gli offagnesi, per intenderci quegli over quaranta, anni di sfide a suon di grinta e cuore, caratteristiche che sono proprie della nostra squadra e che sicuramente non mancheranno anche in questo caso – ricorda il presidente Andreoli – insieme alla lucidità e alla correttezza in campo: due cose su cui la società continua a insistere sin dall’inizio della stagione con i propri ragazzi e il proprio staff e che, anche alla luce degli increscioso episodi accaduti su altri campi in questo week end, devono continuare a rappresentare la nostra bussola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi Anche

Gli auguri di Natale del nostro Presidente Andreoli

Condividi su: A nome della società auguro a tutti i nostri tesserati e alle loro famiglie …